Edmondo Nardini

Edmondo Nardini nasce a Forte dei Marmi,e frequenta a Pietrasanta la scuola d'arte Stagio Stagi ottenendo la qualifica di maestro d'arte nel 1957.

Nel 1961 si diploma al Liceo Artistico di Carrara (MS)dove partecipa a numerosi corsi di pittura e di scultura con risultati molto soddisfacenti e la conferma non si è fatta attendere perchè,ad una mostra a Perugia,gli viene assegnata come primo premio una medaglia d'argento.In tutto il periodo del Liceo Artistico ha frequentato molte mostre collettive catturando l'attenzione delle sue opere a critici e estimatori d'arte.Nel 1969 ottiene la laurea in architettura al politecnico di Milano dove nel corso di composizione architettonica,seguita dall'architetto Gai Aulenti,ha potuto arricchire il suo studio sia su temi decisamente urbanistici che di designer.Durante la sua lunga vita professionale,parallelamente,ha potuto mantenere la sua vocazione pittorica frequentando molte mostre di pittura sia nazionali che internazionali approfondendo il valore culturale e pittorico di ogni singola mostra.Nei primi anni 2000 sente il desiderio di riprendere a pitturare con l'intento di riportare all'interno delle sue opere tutta l'esperienza accumulata negli anni passati.Il suo riavvicinamento alla pittura nei primi anni del 2000 e nel percorso fino ai giorni nostri,ha avuto tre periodi fondamentali:

Nel primo periodo tutte le sue opere,hanno avuto un carattere decisamente accademico illustrando paesaggi e marine molto legate alla realtà.Nel secondo periodo la sua creatività si identifica nell'esprimersi per tutto ciò che nasceva  dal suo subconscio pitturando le sue opere con valori decisamente astratti.

Nel terzo periodo la sua ispirazione nasce nell'osservare come il vento modifica le superfici sabbiose"disegnando",insieme alla luce,temi di vario tipo che poi l'artista le osserva e se le fa sue e le interpreta,le modifica,e le dipinge con la stessa energia del vento e della luce che le ha create.

Nelle sue tele si legge chiaramente che le sue opere affrontano tutta la problematica reltiva alla terza dimensione e spesso sembra pitturare a bassorilievo.Con tutta probabilità questa "plasticità"forse è legata a l'eperienza accumulata nel tempo come architetto.Oggi gestisce la presidenza della MARGUTTIANA di Forte dei Marmi e partecipa anche con le sue opere,alla mostra collettiva che viene organizzata ogni anno con vivo successo.

Qui potete trovare le mie opere

Descrizione ville scarica